BIOGRAPHY


 

BIOGRAPHY

An incredible and uninterrupted series of successful recordings and international shows since 2001 makes THE RELIGHT ORCHESTRA one of the most acclaimed Italian dance projects of the new Millennium. 4 albums, about 50 singles with the best Italian and international labels (Universal, Sony, Warner), heavy support from the media, synchronization for entire seasons as theme tunes and musical breaks for the mainstream television stations Rai 1, Canale 5, La7, up to Netflix series and Walt Disney films.

Relight Orchestra dance catalogue reached the best clubs and events all over the world. The hit ‘Elegibò with the brazilian diva Margareth Menezes is crossing 20 million streamings, and many international stars such us Santa Esmeralda Leroy Gomez, Claudja Barry, Gregor Salto and many more are partners in the Relight Orchestra tracks.

The show by the 2 producers of the project, with Robert-Eno playing as a DJ and Mark Lanzetta performing live on the electric violin and laser harp, is a perfect mix between past melodies and futuristic instruments, adaptable for any kind of event, from gala ceremonies to dance parties or electronic concerts. It’s a unique live formula acclaimed in MIAMI WMC, but also in the best clubs in Moscow, Ukraine, Turkey, Switzerland, Sharm el Sheik…. and in VIP events like for Red Bull and Armani EA7 party at ISPO in Munich.

 

 

PRESENTAZIONE

RELIGHT ORCHESTRA è il progetto dance Italiano che dal 2001 ad oggi si è maggiormente distinto a livello internazionale, per le proprie re-interpretazioni di grandi classici in chiave moderna, tanto nelle produzioni musicali, quanto negli spettacoli dal vivo

Una discografia vastissima con più di 50 singoli che spaziano dalla dance alle versioni più acustiche, con le migliori etichette internazionali (Sony, Universal, Warner…). 4 CD album e svariate uscite in vinile e digitali contenenti collaborazioni con grandissime leggende della disco music mondiale quali Margareth Menezes, Santa Esmeralda, Claudja Barry, Gregor Salto, Donatella Rettore…  Una lunga serie di successi evergreen del calibro di “Elegibo” consacrati da decine di milioni di streaming, classifiche, programmazioni radiofoniche, sigle TV (“L’eredità” su RAI 1, “Markette” su LA7..), una sonorizzazione in un film Disney ed una nella serie cult Suburra su Netflix, articoli di giornale su MAX, Il Resto del Carlino, Il Corriere, BMM… interviste ed esibizioni a Radio 105, Radio Deejay, M2o, Studio Più, Enjoy TV, Match Music e Italia’s Got Talent…

Lo spettacolo Relight, è unico e vede all’opera i due produttori: Robert Eno DJ seleziona e mixa i brani più adatti all’evento, mentre Mark Lanzetta arricchisce il set improvvisando grandi classici dal vivo, al violino elettrico e all’arpa laser, uno strumento esclusivo dall’impatto futuristico, che emette le note quando il musicista interrompe i raggi laser. Con 2 decenni continuativi di esibizioni nei migliori palcoscenici internazionali a Miami, Mosca, Monaco, Sharm, ma anche in Ucraina, in Svizzera così come nei migliori locali Italiani, nelle piazze da Capri a Bolzano, da Riccione a Golfo Aranci, e nelle feste private più blasonate (Armani, Red Bull, Formula 1, Mostra del Cinema di Venezia, Villa Arcore Pitti Firenze….), Relight Orchestra è indubbiamente uno dei progetti dance più esclusivi, più culturali, più versatili ma anche più apprezzati degli anni 2000 e 2010

 

 

BIOGRAFIA

Relight Orchestra è un progetto discografico creato dai produttori Robert-Eno (Dj), Mark Lanzetta (maestro di violino, arpa laser e tastiere) e in origine anche Alex Montana (cantante e percussionista in attività fino al 2015).

Il nome significa letteralmente “riaccensione dell’orchestra”, in linea con l’attività della band, che dal 2001 rielabora i classici musicali del passato sia nelle produzioni discografiche in chiave elettronica e acustica, sia negli spettacoli live sotto forma di DJ set affiancato da musicisti dal vivo.

Nel 2001 il loro primo singolo “For your love”  fu un successo nei club e nelle radio, utilizzato all’interno di trasmissioni televisive quali Grande Fratello e Paperissima, valse subito alla band un contratto di 3 brani con l’etichetta multinazionale UNIVERSAL MUSIC

Nell’estate 2005, il loro rifacimento Relight del grande classico di Lamont Dozier “Going back to my roots”, in pochi giorni scala le classifiche dance italiane, e viene scelto come sigla iniziale del noto programma televisivo Markette con Piero Chiambretti su LA7

Nell’estate 2006 insieme al co-produttore DJ Andrea Degli Angeli rielaborano il brano della star brasiliana Margareth Menezes “ELEGIBO” (Uma historia de ifà) divenuto uno dei più grandi evergreen di musica “latin house” di tutti i tempi, con circa 20 milioni di streaming e svariati remix internazionali ogni anno

A gennaio 2008 il loro primo album Discology, una raccolta di tutte le produzioni musicali dal 2001 al 2008. Fra i singoli estratti Remedios, il classico di Gabriella Ferri rivisitato insieme a DJ Brizi e Selma Hernandez ottiene successo radiofonico scalando la Fifty songs di Radio Deejay. A seguire “Beso de amor” realizzato con il cantante Carlos El Rumbero della famiglia Gipsy Kings e “Olodum”, altro classico brasiliano sulla scia di Elegibo

Nel 2009 il successo mediatico dei brani del primo album, porta la band ad effettuare i remix di successi internazionali quali Special Love feat. Jocelyn Brown dei Jestofunk e Gam Gam di Mauro Pilato & Max Monti, che faranno parte della seconda raccolta su CD: “My House Style” (2010).

Parallelamente una lunga serie di esibizioni nei club e nella piazze di tutta Italia, e in prestigiosi locali esteri da Miami a Mosca, dalla Svizzera alla Turchia, dall’Egitto all’Ucraina, sempre con la formula caratteristica del live / dj set

Nel 2012 lo spettacolo della Relight Orchestra diventa ancor più atipico nel panorama dance con l’inserimento di interventi dal vivo all’arpa laser, uno strumento futuristico che emette i suoni nel momento in cui vengono interrotti con le mani i raggi laser. La presentazione del nuovo set avviene a Italia’s Got Talent 2012, su Canale 5, e al Winter Music Conference 2012 a Miami.

Nello stesso anno esce anche il terzo CD album “10 – The Complete Collection”, che celebra i primi 10 anni di produzioni. All’interno, con la partecipazione della star israeliana Rinat Bar, il brano “Belly Dance” che sarà inserito qualche anno dopo nella colonna sonora del film Disney “Berni e il faraone”

Nel 2013 esce “Superstar” interpretato da David Laudat e utilizzato da Carlo Conti come stacchetto musicale nel programma “L’Eredità” su RAI 1 per 3 anni, mentre nel 2014 una nuova collaborazione con la star brasiliana Margareth Menezes produce “A luz de Tieta”, un classico di Caetano Veloso, che esce su Epic USA (SONY MUSIC).

Nel 2016, a 10 anni dall’uscita, il brano “Elegibo” dimostra di essere in un evergreen intramontabile, uno fra i più importanti della musica latin house, e da qui progetto celebrativo contenente tutti i più famosi remix mondiali del brano realizzati in un decennio (2006-2016).

Nel 2018, oltre all’album acustico solista di Mark Lanzetta al violino, anche la collaborazione con grosse star mondiali. Fra questi il DJ olandese Gregor Salto per i remix ufficiali decennali del brano “Olodum”; Santa Esmeralda /Leroy Gomez per le nuove versioni dei successi “Gloria” e “Don’t let me be misunderstood”; Aax Donnell dei Traks per i remix della sua hit dell’82 “Long train running”; e infine la diva Claudja Barry per il remake di “You make me feel (mighty real)”

Il successo internazionale si traduce anche in spettacoli Relight Orchestra nella consueta forma di live / DJ set con Robert-Eno DJ e Mark Lanzetta al violino e arpa laser, non solo nei club ma anche nelle piazze, fino ai party privati più esclusivi, come quello di Armani EA7 a Monaco di Baviera durante l’ISPO 2019

Anche nel nostro paese il progetto ottiene sempre più credito, tanto che nel 2019 la star della musica italiana Donatella Rettore affida alla Relight Orchestra la produzione dei remix quarantennali del proprio successo “Splendido splendente”. Le nuove versioni vengono presentate più volte in trasmissioni RAI quali “Domenica In”, “Vieni da me”, ” I soliti ignoti”, fino a comparire come sottofondo in una puntata della serie cult “Suburra” su Netflix nel 2020.

Anche in un anno difficile come il 2020 RELIGHT ha continuato a produrre progetti discografici apprezzati anche all’estero, come ad esempio l’ultimo singolo di AGO, pioniere dell’Italo disco anni 80, uscito in vinile insieme al remix di Joe Vinyle & The Relight Orchestra.

Inoltre proprio nel 2020 il programma “RELIGHT MY FIRE” su Radio Studio Più, condotto da Mark Lanzetta e Robert Eno, con la regia di Alex Pari, è diventato un vero e proprio appuntamento radiofonico di riferimento nazionale con circa un milione di ascolti settimanali, grazie ai collegamenti con i migliori artisti del panorama dance italiano che il duo RELIGHT ben conosce dopo tanti anni di lucente attività nel settore

 

 

www.relightorchestra.it

CURIOSITA’ E APPROFONDIMENTI

La nostra avventura discografica iniziò nel 1998, quando cominciammo a collaborare nel “Retrobottega” studio della distribuzione discografica DEEJAY MIX a Cesena: Robert Eno (Robertino) in qualità di DJ consulente, laureato in marketing e un giovanissimo Mark Lanzetta, ancora timido e in veste di maestro di musica, diplomato in violino e pianoforte.

Il nostro primo brano dance realizzato (non ancora con il nome Relight) ebbe subito ottimo riscontro internazionale, distribuito dalla Avex UK in tutta l’Asia, con un fraseggio della star brasiliana Elis Regina. Da lì una serie di remix ufficiali insieme al cultore Paolo Scotti: capolavori del Jazz mondiale, fra cui “Happy Brasilia ” di James Last e “O Rugido do Leao” di Piero Piccioni (colonna sonora del film “Finché c’è guerra c’è speranza” con Alberto sordi). Oltre ai progetti jazz, anche la produzione della cantante dance Joy Salinas e una serie di brani etnici con i migliori DJ “Afro” servirono a formare la nostra esperienza multi-genere nelle produzioni di qualità.
Contemporaneamente lavoravamo entrambi al Pineta di Milano Marittima, che in quel momento era all’apice di notorietà nazionale, e ci dava la nomea artistica per esibirci individualmente anche fuori regione.

Il progetto Relight Orchestra però nacque solo nel 2001, quando Robert Eno realizzò nel proprio pc il primo demo di For your love utilizzando un campionamento di “Let’s get together” di Detroit Emeralds, e lo rese ufficiale con l’aiuto dell’amico produttore Alex Montana, riarrangiando la base e affidando il canto alla splendida voce gospel di Cheryl Porter. Il brano uscì definitivo su Universal Music nel 2002 col nome scritto R.E.Light Orchestra, che stava per Robert Eno Light Orchestra ma allo stesso tempo dava un senso di riaccendere l’orchestra e quindi racchiudeva già tutta l’essenza del progetto futuro, ossia l’intento di ridare luce ai grandi classici.
“For your love” fu supportato dai dj internazionali, dalle grosse radio e fu utilizzato come sottofondo TV al Grande Fratello, Paperissima oltre che come apertura dei match allo stadio San Siro per un anno. Il remix del brano (Part 2) col piano in evidenza, fu una delle pietre miliari del genere Gospel House che funzionò nei club per qualche anno, al punto che fu imitato e addirittura campionato dai produttori del brano Goin’up della cantante soul americana Dawn Tallman.
Nel 2003 il follow up “Dance all Night”, sempre su UNIVERSAL, usci’ come inedito ispirato a “Latin America” dei Gibson Brothers, mentre il brano “Are You Ready” realizzato per MODA (WARNER) divenne uno dei countdown più utilizzati nei bootleg e mash-up del nuovo millennio, fino ai giorni nostri.

Nel 2004 “The party” (UNIVERSAL), chiaro tributo al funky anni 70, consacrò la nostra intenzione di proseguire nel riaccendere i classici della Disco music in chiave moderna, sia nelle produzioni, sia nei primi live che da subito strutturammo come DJ-set con l’aggiunta di performer dal vivo. Sul palco quindi, a seconda delle situazioni, si esibivano Robert Eno DJ, Alex Montana (alla voce), Mark Lanzetta (al violino) ed eventuali turnisti, fra cui Cico Cicognani (basso), Willy Pumpo (percussioni), Carlo Fabbri (sax), Stefano Serafini (tromba).

Nel 2005 la nostra prima intervista a Radio Deejay, dove presentammo 2 remake di successo con la voce di Melanie Estella: “Turn the beat around” e “Going back to my roots”, che un anno dopo fu usato come sigla del programma di Piero Chiambretti “Markette” su LA7, che creò le coreografie ad hoc e un vero e proprio balletto africano che accompagnava i cori etnici del nostro brano

 

 

Il 2006 fu l’anno della svolta internazionale perché l’amico DJ Andrea Degli Angeli ci mise in contatto con la star brasiliana Margareth Menezes per realizzare “ELEGIBO (Uma historia de ifa)”, la nostra più grossa hit che ancora oggi è uno dei più grandi evergreen mondiali nel genere latin house, con decine di remix ogni anno da tutto il mondo.
La versione originale di Margareth Menezes del 1990 era già famosa in Brasile e nel circuito etnico (dove avevamo fatto le nostre esperienze iniziali); il nostro progetto dance, in base a quanto dichiarato dalla stessa cantante, ha reso il brano popolare nel resto del mondo. Prima di uscire il DJ di fama mondiale Bob Sinclar, all’apice in quel periodo con “Love generation”, ricevette il demo e ci chiese la base per la sua cantante Salome De Bahia. Sarebbe stato un successo sicuro ma rifiutammo, per rispetto della cantante brasiliana originale. Così uscì in Italia un po’ più in sordina, ma poi improvvisamente Roger Sanchez mise la versione dub nella sua chart S-Man / Release Yourself al primo posto per 3 mesi e per altri 3 al secondo posto, e iniziarono a suonarlo nei club di tutto il mondo.

Da notare che Elegibò uscì mentre l’house music stava diventando più elettronica e tutti inizialmente dicevano che un brano brasiliano in quel momento era fuori mercato, ci mise 2 anni ad esplodere a livello popolare, ma poi è diventato uno dei più grandi evergreen della musica latin house. Allo stesso modo For your love era stato scartato da grosse etichetta indipendenti con la motivazione che i riff anni 70 non funzionavano, e fu invece pubblicato dalla multinazionale Universal che ne fece un disco di culto nei club , mentre Going back to my roots a sua volta fu scartato dalla major ma poi divenne sigla di Markette. Tutto ciò per dire che i nostri brani sono un po’ come la discomusic a cui si ispirano: a primo ascolto suonano più articolati rispetto alla media sul mercato, ma poi hanno i requisiti per non stancare subito e diventare degli evergreen per più decenni.

 

Nel 2007 uscì anche il nostro rifacimento funky-house di “Woman” dei Barrabas, prodotto insieme a DJ Dami featuring Vincent. Iniziarono ad arrivare le prime richieste di live all’estero, dalla Svizzera ai migliori club di Mosca la nostra inconsueta formula di DJ set con musicisti lasciava tutti a bocca aperta!
Nel 2008 i media si accorsero che “Elegibo” era un riempipista da più di un anno e mezzo, e spontaneamente cominciò a passare sia nei network nazionali, sia come sacchetto delle Veline a “Striscia la notizia” su Canale 5, per cui decidemmo di pubblicare il nostro primo album su CD (e doppio CD limited edition). “Discology” è considerato da molti DJ un must nella dance Italiana anni 2000, infatti oltre a contenere tutte le nostre hit precedenti, includeva anche altri 4 inediti che uscirono come singoli successivamente … in pratica tutte le 13 tracce del cd ebbero un’uscita dedicata con svariati remix …. un vero record!

In particolare, “Remedios”, cover dell’omonimo di Gabriella Ferri realizzato insieme a DJ Brizi e Selma Hernandez scalò la Fifty Songs di Radio Deejay e divenne anch’esso stacchetto delle Veline. A seguire uscirono “Beso de amor”, con la voce ispanica di Carlos El Rumbero della famiglia dei Gipsy Kings, e nel 2009 gli ultimi 2 estratti di matrice brasiliana “Olodum” e “Mama Africa” anch’essi diventati 2 classici del circuito tribal-etnico in Europa, con svariati remix successivi.

 

 


Il 2010 fu l’anno della nostra seconda raccolta su CD dal titolo “My house style” che oltre ai nuovi singoli brasiliani “E TA” e “Maracana”, conteneva nuove versioni di “Elegibo”, di “Turn the beat around”, ed i remix ufficiali di 3 grandi classici internazionali quali “Special love” di Jestofunk featuring Jocelyn Brown, “Gam Gam” di Mauro Pilato & Max Monti e “Starlight” nella versione di Sagi Rei… Sempre all’interno della raccolta, due cover di “There must be an angel” (Eurythmics) e “It’s a fine day” (Opus 3), prodotte insieme a Stereo Touch e licenziate in vari paesi europei e un medley fra “4 Hours” (hit prodotta nel 2006 con lo pseudonimo ZAAR) e Keep pushin’ cantato da Manuelle la voce femminile che ci accompagnava nei live in quel periodo.

Effettivamente i successi realizzati a livello club erano talmente tanti che dal 2009 al 2011 ci esibimmo spesso in Italia e all’estero con una formazione a 4 elementi: Robert Eno DJ, Mark Lanzetta al violino/tastiere, Alex Montana alla voce e percussioni, e infine Manuelle, la cantante che interpretava le nostre hit storiche e quelle del momento. Dal Capodanno di Capri alla Svizzera, dal Papeete di Milano Marittima a Mosca il nostro live ha sempre ottenuto grandi consensi ed è stato anche premiato come miglior progetto dance per 2 anni consecutivi (Nightstar Award 2009 e 2010)
Nel 2011 oltre ad uscire il singolo e video di “My Obsession (Venezia 2099)” ci chiesero di remixare vari progetti internazionali, fra cui la star fisarmonicista greca Zoe (featuring Ingrid), il dj svizzero Yves LaRock, e i paladini del fashion italiano Dolce & Gabbana con il loro brano “D&G – Music”.


Eravamo all’apice della notorietà nel mondo del clubbing, quando decidemmo di fare un ulteriore e notevole passo avanti verso il grande pubblico. A inizio 2012 ci presentammo a Italia’s got Talent con una performance di Mark Lanzetta all’arpa laser, che oltre al consenso dei 4 giudici, lasciò senza fiato 8 milioni di telespettatori. L’arpa laser infatti è un fascio di raggi luminosi, che quando interrotti con le mani, emettono una nota. E’ uno strumento futuristico che pochissimi sanno suonare, per cui dopo Canale 5 decidemmo di presentarlo a livello internazionale al Winter Music Conference di Miami e subito dopo nei migliori club di Odessa (Ucraina).
Iniziava così il nostro periodo avveniristico, con corpetti luminosi stile Tron e spettacoli spesso abbinati a robot e performer fantascientifici, dalle feste nei palazzetti (Boario) fino ai grossi eventi aziendali (Mercedes).
L’arpa laser compare anche nel video in stile cyber punk del nostro brano “Belly Dance”, con la voce della star israeliana Rinat Bar, primo singolo estratto dal nostro terzo album “10 – The Complete Collection 2002-2012” che celebra i nostri primi 10 anni con il meglio della nostra discografia in 2 cd di mp3.


Il 2013 fu un anno di trasferte nazionali ed estere (da Lucerna in Svizzera a Sharm El Sheik), di Festival come la Molo Street Parade o il Tomorrowland, al quale Mark Lanzetta si esibì insieme a Nari e Milani, ma non trascurammo mai il nostro pubblico Italiano, anzi realizzammo il nostro singolo “Superstar”, con la voce di David Laudat (vocal coach di Spice Girls e X-Factor UK), proprio per il più amato presentatore nazionale, ossia Carlo Conti, che usò il brano per 3 anni come sigla / “stacchetto della scossa” nel programma “L’Eredità” su RAI 1.

 

 

 

 

Nel 2014 un intero tour in Turchia con date anche in Egitto, Ucraina e Montenegro e l’uscita di un nuovo singolo insieme alla star brasiliana Margareth Menezes. Dopo “Elegibo” e “Mama Africa” un altro grande classico brasiliano “A luz de Tieta” fu distribuito in tutto il mondo da SONY MUSIC / Epic USA.

Nel 2015 Alex Montana aprì una sua attività a tempo pieno e dovette lasciare il progetto. Decidemmo di non sostituire il suo ruolo di produttore / percussionista scegliendo invece la flessibilità di una formazione a duo (Robert Eno DJ + Mark Lanzetta al violino, voce e arpa laser), che risulta già molto efficace negli eventi elettronici all’interno di club o piazze. Dall’altra parte però iniziammo a sviluppare spettacoli ad hoc per eventi privati, sempre più richiesti da grosse aziende e personaggi, dove invece trova spazio il nostro lato più culturale ed estremamente emozionante per ogni genere di pubblico, con interventi dal vivo non necessariamente da ballare, e talvolta anche l’inserimento di musicisti esterni (ad esempio i sassofonisti Enrico di Stefano, Alex Di Rocco e Gabriele Bolognesi, il percussionista etnico Dario Falzari, il trombettista Stefano Serafini, la cantante lirica Federica Balucani, le voci soul-pop di Roxy, Goldies e Didascalis …)

Anche la nostra produzione discografica ha subito questa duplice evoluzione dal 2015 ad oggi: da un lato i brani da club come “Goodnight Moon”, “Can You Feel me”, “Meu Carnaval”, “10 Years & 4 Hours”, “Porno Disco” e “Bailando” adatti alle discoteche… dall’altro i classici in versione acustica, da ascolto o sottofondo lounge / jazz, ottimali per gli eventi cerimoniali e per le feste private in genere. Citiamo a tal proposito ben 11 brani da noi prodotti e contenuti nella compilation Papeete Cafe “Saudade” in mezzo a nomi quali Santana, Jamiroquai, Herbie Hancock, Elvis Presley, Shakira, Hearth Wind & Fire.

 

Il nostro catalogo negli anni ha acquistato sempre più credito al punto che gli stessi brani sono spesso oggetto di remix da parte di colleghi che vogliono riproporli con i suoni del momento. Fra tutti “Elegibò” ha dimostrato di essere un evergreen come pochi altri e indubbiamente il brano latin-house suonato per più tempo a livello internazionale. Dopo l’uscita del 2006 infatti l’esplosione nel 2007, l’album nel 2008 e i remix italiani nel 2010, nel 2011 diventò una hit in Olanda (con la versione di Jay Da Silva, oggi 2 milioni di visualizzazioni su YouTube), nel 2012 i remix della collection “10″, nel 2013 fu hit in Romania (con la versione di Additive Elements, oggi 4 milioni di views), nel 2014 in chart su Beatport, nel 2015 fu hit in Israele, nel 2016 uscì la collection di remix decennali e nel 2018 altre versioni internazionali, con il brano suonato al Tomorrowland, a Ibiza e in tutti i club di Marrakech … il tutto per un totale di più di 100 video su YouTube e circa 20 milioni di streaming.

 

Tutto il 2018 è stato per noi un anno incredibile a livello produttivo: oltre ai remix di “Elegibò” anche un altro nostro classico brasiliano , “Olodum”, è stato rivisitato dal DJ di musica tribal-house più famoso al mondo, Gregor Salto, ed è uscito sulla sua etichetta olandese Salto Sounds. Questi 2 progetti brasiliani, insieme al brano “La parranda” che è stato per più di 3 mesi in chart su Beatport, ci hanno collocato fra i nomi più autorevoli nella musica latin-house internazionale di tutti i tempi.

Eppure non è tutto, perché anche l’altra nostra vena dance, di matrice più funky, ha raggiunto l’apice con un’incredibile long playing in vinile, prodotto insieme a Joe Vinyle e contenente nostre nuove versioni di classici della disco music anni 70/80, interpretati dalle star originali dell’epoca: Santa Esmeralda featuring Leroy Gomez (con le hit mondiali “Don’t let me be misunderstood” e “Gloria”), Claudja Barry (con il remake di “You Make me feel”) e Traks (con il remix ufficiale della hit “Long train running”).

Infine fra le innumerevoli uscite del 2018 anche il nostro filone acustico da ascolto ha raggiunto un notevole traguardo, con il primo album di Mark Lanzetta & The Relight Orchestra, contenente versioni al violino di classici scritti da Morricone, Modugno, Piazzola, Adele, Ed Sheehan, Coldplay …

 

Tutto il 2019 infine è stato per noi altrettanto incredibile a livello Italiano, in quanto un nostro brano del 2012 “Belly dance”è stato utilizzato nel film Disney “Berni e il giovane faraone”e in più abbiamo avuto il privilegio di produrre insieme a Donatella Rettore i remix quarantennali della sua prima hit Splendido Splendete (1979-2019). La stessa Rettore ha presentato più volte il remix, uscito anche in vinile, su RAI uno in programmi quali “Domenica In”, “Vieni da me” e “I soliti ignoti” e

A fine 2019 è nato anche il nostro programma “Relight My Fire ” su Radio Studio Più, che ogni domenica, e sabato in replica, ospita grandi personaggi del clubbing e della musica dance, con ascolti di circa un milione di persone a settimana, in tutta Italia

Nel 2020 Splendido Splendente è stato inserito nella serie cult di Netflix “Suburra”, in una scena in cui il protagonista improvvisa un balletto in discoteca sul nostro remix del brano.. Prima dell’estate la cover del classico di Madonna Into The Groove insieme alle Vinyladies è andato in classifica sui portali digitali in varie versioni, mentre a fine anno il nostro remix del nuovo singolo “The night” di AGO, il pioniere della Italo disco anni 80, è uscito addirittura in vinile blue.

Essere oggi, dopo 2 decenni di continua attività, il partner produttivo di personaggi mondiali della musica dance, è una soddisfazione immensa che pochi artisti da club in Italia possono vantare.

Personaggi di rilievo e marchi internazionali come Armani, Iqos, Cremonini Group, Wega, Jaguar … continuano a premiare questa nostra duplice valenza musicale, e ci hanno ingaggiato nei loro recenti eventi che richiedono sottofondi classici per momenti celebrativi, ma anche parentesi più movimentate per far scatenare gli ospiti con uno show di alta qualità.
Allo stesso modo i migliori club ed eventi di piazza continuano ad acclamarci perché il genere latineggiante e le sonorità funky sono particolarmente in voga, sia per i più giovani, sia per il pubblico più adulto … quindi se questa nostra umile storia vi è sembrata già piena di traguardi importanti, sappiate che è solo l’inizio perché dopo quasi 20 anni di attività ci sentiamo appena maggiorenni e più apprezzati che mai !!!!

Quindi contattateci, seguiteci nei social e nel nostro programma Relight My Fire, di cui trovate il podcast con tutte le puntate qui sul sito, e vedrete che avrete sempre nuovi importanti aggiornamenti!!!! 😉

Press

Relight Orchestra

Download RELIGHT ORCHESTRA HD photos
https://www.dropbox.com/sh/yyv67lr38zujsub/AABwIJ6xBRi_qh1XXyo_RbZ_a?dl=0